Shiatsu nello Zaino

Continua anche quest’anno lo “Shiatsu nello Zaino”, il progetto nato da Marzia Cordioli e Federica Libanoro, istruttrici della Scuola di Shiatsu Frequenza Specifica.

Questa antica tecnica giapponese entra quindi nelle scuole primarie, suscitando curiosità, interesse e attenta partecipazione da parte dei ragazzi.

Uno degli obiettivi del progetto, oltre ad ampliare gli ambiti di conoscenza della disciplina, è quello di insegnare attraverso semplici esercizi a recuperare la nostra innata sensibilità tattile ponendo attenzione alla comunicazione non verbale e alla respirazione.

Agire con calma e dolcezza in un clima di fiducia e responsabilità, permette ai bambini di sperimentare, attraverso il trattamento Shiatsu, emozioni e stati d’animo diversi, in cui sapersi ascoltare ed poter esprimere il proprio pensiero senza timore del giudizio.

Numerosi i feedback positivi espressi ai nostri operatori con parole, con disegni, con lettere di ringraziamento da parte dei ragazzi e delle loro insegnanti.

Nello zaino quindi, oltre a libri e quaderni, perché no… anche un po’ di emozione trasmessa e ricevuta attraverso lo Shiatsu.

Torna indietro

Torna indietro